351 506 56 10

Ci siamo

Supporta Slow Music: associati!

I limiti all'attività di spettacolo dal vivo in vigore in diverse nazioni.

Siamo ancora qui, a poco più di quattro anni dalla costituzione di Slow Music. Ci siamo, nonostante tutto e nonostante tutti, impegnati nel raggiungimento degli obbiettivi iniziali, che non sono mai mutati.

L’idea alla base di Slow Music è un grande classico: non invecchia.

Oggi, gennaio 2022, le attività di spettacolo e della musica dal vivo sono ancora limitate, a causa delle norme vigenti per la pandemia. Il poco o il tanto che si riesce a fare costa fatica, soldi, determinazione, grande volontà.

Dal mese di febbraio 2020 si sono susseguiti provvedimenti, decreti, che hanno stabilito, spesso con scarsa chiarezza e inconsapevolezza dello specifico di ogni attività, cosa si può e cosa non si può fare, e come.

Sul come, a causa del susseguirsi dei decreti, che mano mano assommavano regole, sempre in assenza di un protocollo unico di settore, si è creata una grandiosa confusione, che regna tuttora e non favorisce le attività.

Abbiamo pensato che fosse utile riepilogare quali sono norme e limitazioni in vigore attualmente in diverse nazioni, per favorire comprensione e consapevolezza di tutti gli operatori del nostro settore.

Scheda elaborata da Andrea De Matteo per conto di Slow Music ETS, 18 gennaio 2022.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on print
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Empathy for slow music

di Stefano Rosa (socio fondatore di Slow Music) Slow Music è empatia.Mi verrebbe da dire, meno male. Nel momento storico che stiamo attraversando, tra una

Leggi tutto »

Ci siamo

I limiti all’attività di spettacolo dal vivo in vigore in diverse nazioni.

Leggi tutto »