351 506 56 10

Rock Down – Altri cento di questi giorni

Supporta Slow Music: associati!

Inizia una nuova stagione per Slow Music e questo è il primo progetto che siamo impegnati ad organizzare da mesi.

IL LIBRO
“Rock Down – Altri cento di questi giorni” è il diario “monstre” della pandemia che Michele Monina ha tenuto nei due anni tra il 24 febbraio 2020 e il 24 febbraio 2022, e che ora verrà stampato sotto forma di libro in un’unica copia, legata a un NFT che certificherà i passaggi della lavorazione e la sua unicità, edito da Underground Edizioni, cinquemilacinquecento pagine, che verrà battuto da una casa d’aste.

L’EVENTO
“Rock Down- Altri cento di questi giorni” è anche un reading/performance che si terrà per settantadue ore di fila a Milano, cuore dell’Italia ferito dal confronto col Covid-19, nei giorni 13, 14 e 15 aprile 2022, a partire dalla mezzanotte del 12 aprile, quando scoccherà l’ora zero.
Speciali location della performance saranno la Sala Bausch del Teatro Elfo Puccini e IBM Studios Milano di Piazza Gae Aulenti.

Un reading che vedrà Monina accompagnato nella lettura fiume da centinaia di ospiti e lettori. Settantadue ore di fila di reading che verranno certificate dai giudici del Guinness World Records come performance di lettura di un unico libro più lunga di sempre al mondo.
Il tutto verrà diffuso in diretta streaming, verrà ripreso e diventerà uno speciale televisivo e un podcast a puntate.
La diretta verrà trasmessa presso lo Spazio Presente (auditorium) di Ancona, aperto straordinariamente per tutte e settantadue le ore della performance.
La registrazione video dell’intera performance, corredata dai ritratti fotografici di tutti gli oltre cinquecento partecipanti, diventerà a sua volta un’installazione.

Il progetto ha il Patrocinio del Comune di Milano e la partecipazione dell’Assessorato alla Cultura del capoluogo lombardo, il Patrocinio del Comune di Ancona e la partecipazione dell’Assessorato alla Cultura del capoluogo marchigiano, e vede Slow Music, organizzatrice e produttrice della performance, con il supporto di IBM Italia che metterà a disposizione IBM Studios Milano e inviterà i propri dipendenti alla lettura di alcuni brani.
Alla performance ha aderito la Fondazione Scuole Civiche di Milano.

“Molti artisti hanno cercato di fissare, raccontandoli, i giorni difficili della pandemia: arte, musica, letteratura. Ringraziamo Claudio Trotta per questa iniziativa, che sarà un importante momento di consapevolezza e riflessione ulteriore per tutta la città”.
Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano

“Il progetto rende il singolare universale, e raduna tante voci dentro una narrazione che ci tocca tutti. Inoltre, è un’ulteriore collaborazione con Milano, attraverso l’autore, Monina, che ci unisce”.
Paolo Marasca, Assessore alla Cultura del Comune di Ancona

CHI LEGGERÀ
Ci sarà la famiglia di Monina, che con lui ha condiviso i giorni del lockdown.
Ci sarà il mondo della musica leggera, da alcuni dei nomi più importanti del pop e del cantautorato, alle cantautrici che Monina da sempre segue come critico musicale, passando per discografici, manager, promoter e uffici stampa.
Ci saranno le rappresentanze del mondo dello spettacolo, quello che più di ogni altro è rimasto fermo al palo, dalle maestranze ai nomi più visibili e riconoscibili.
Ci sarà soprattutto Milano. Quindi la società civile, le organizzazioni che si muovono nel sociale, le onlus, quei volontari che durante la pandemia si sono trovati a dover gestire un surplus di lavoro in una situazione a rischio.
Ci sarà chi durante questa particolare epoca ha particolarmente sofferto, come gli ospiti della Casa Jannacci, ospiti delle RSA.
Ci saranno infermieri, medici, da quelli divenuti star televisive a quelli che hanno semplicemente agito nei reparti, malati usciti dalla terapia intensiva, ci saranno parenti di vittime del Covid.
Ci sarà la politica, ad iniziare da parte della giunta comunale di Milano e di Ancona.
Ci saranno gli intellettuali, gli scrittori, gli attori con le loro scuole di recitazione, oltre che una massiva partecipazione della Fondazione Scuole Civiche di Milano.
Ci sarà la comunicazione, giornalisti, speaker radiofonici, anchormen della tv.
Ci saranno presidi, rettori, insegnanti, maestri e studenti, di tutti gli ordini e gradi, dalle materne all’Università, spesso raccontati nelle pagine del diario, la DAD con cui imparare a fare i conti.
Ci saranno le aziende e gli imprenditori che in questi lunghi mesi hanno dovuto fronteggiare nuove condizioni di lavoro, hanno dovuto rivedere il modello di business, ci saranno i lavoratori stessi.
Ci sarà il mondo delle parrocchie, che hanno visto le loro chiese ancora aperte ma si sono attrezzate per trasmettere le funzioni sui social, provando a fare della loro presenza nel territorio uno strumento di aiuto laddove non poteva arrivare lo Stato.
Ci sarà il mondo dello sport, chiamato al compito di rappresentare un’idea di ripresa e ripartenza, spesso con ottimi risultati.

La diretta streaming di “Rock Down – Altri cento di questi giorni” potrà essere seguita attraverso la piattaforma Twitch (link: https://www.twitch.tv/rock_down) e YouTube.

Per assistere al reading, il pubblico può effettuare la prenotazione su Mailticket dal 21 marzo 2022.

Questo il link (per il giorno e per la notte, fasce di 2 ore per il giorno, fascia unica per la notte).

Per prenotarsi come lettori e partecipare al reading da protagonisti, basta scegliere l’orario (di giorno, di 10 minuti in 10 minuti, di notte di 30 minuti in 30 minuti), tramite questi due link:

giorno

notte

Per accedere ai luoghi di lettura (Sala Bausch del Teatro Elfo Puccini e IBM Studios Milano) saranno applicate tutte le disposizioni nel rispetto delle regole e delle linee guida anti-Covid governative in vigore nei giorni dell’evento.

Per informazioni: rockdown@slowmusic.me

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on print
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Empathy for slow music

di Stefano Rosa (socio fondatore di Slow Music) Slow Music è empatia.Mi verrebbe da dire, meno male. Nel momento storico che stiamo attraversando, tra una

Leggi tutto »

Ci siamo

I limiti all’attività di spettacolo dal vivo in vigore in diverse nazioni.

Leggi tutto »